Ciclismo Femminile

Perché le biciclette (bdc e mtb) “da donna” debbono avere uno sviluppo e assetto diverso rispetto a quelli “da uomo”?
La risposta è che lo sviluppo antropometrico femminile è diverso e la maggior parte delle atlete corrono e si allenano su bici con geometrie scorrette, spesso biciclette da uomo in misura piccola, non adatte alla conformazione femminile.
Ovviamente esiste sempre l’eccezione che conferma la regola: alcune donne possiedono caratteristiche muscolo – scheletriche assimilabili a quelle maschili, soprattutto atlete di statura elevataspesso quindi le bici risultano sempre troppo lunghe ed obbligano ad una posizione allungata ed innaturale.
Per fortuna si incomincia a prestare attenzione alle donne in bicicletta, alcune aziende così cominciano a costruire bici ed attrezzature specifiche.
E noi ci occupiamo anche di assetto in sella al femminile.